RICEVI LA NEWSLETTER

Combattere il vettore della Xylella con gli insetti predatori


Alcuni studi scientifici, ritengono che  Zelus renardii sia un insetto  in grado di uccidere il vettore “sputacchina”. Le sue caratteristiche comportamentali lo assumono a un vero e proprio predatore. La sua origine è il nordamerica. Se la ricerca darà certezza, il suo potenziale impiego sostituirà gli indicati trattamenti fitosanitari insetticida nel confronti del  Philaenus spumarius.  Gli studi sono indirizzati sul come farlo riprodurre in Puglia. L’ipotesi è che la diffusione di Zelus Renardii possa ripetersi, come accadde per il killer dei castagni, il Drycosmus kuriphilus, che fu combattuto con la diffusione dell’antagonista Torymus sinensis.

Da studiare un metodo per far riprodurre lo Zelus Renardii. Teorizzando di riuscire ad ottenere numerosi esemplari, in modo da immetterli nei terreni con presenza di sputacchina. L’ideale sarebbe prevenire, la diffusione del vettore in zone non ancora infette in modo da evitare qualsiasi forma di contagio.

Copyright AgrimagNews 2020