RICEVI LA NEWSLETTER

Patto d’intesa sull’olio tra CIA Agricoltori Italiani e Deoleo


Un desideroso progetto è stato sottoscritto tra Cia-Agricoltori Italiani e il gruppo Carapelli Firenze SpA. Il presupposto è di avviare un processo virtuoso finalizzato a intercettare mercati di sbocco per gli oli di alta qualità italiane, con un contestuale innalzamento della produttività a livello di comparto olivicolo.

Inoltre, tra i propositi, si cercherà di introdurre elementi di innovazione e sostenibilità nella gestione delle aziende e nei relativi metodi di produzione.

L’impegno di Deoleo con il marchio Carapelli è di intendere la filiera, in un modo nuovo, con un dialogo il più possibile diretto fra chi produce olive e olio, e l’industria che selezione, imbottiglia e distribuisce in modo capillare. Per parte sua, la cia agricoltori italiani mirano a valorizzare il patrimonio di biodiversità. Questa specificità andrà messa a valore, ed è possibile solo creando partnership con aziende già leader nella commercializzazione.

In polemica l’Unaprol, che ritiene svenduta l'olivicoltura italiana alla Spagna.

Copyright AgrimagNews 2020