RICEVI LA NEWSLETTER

Per i Frantoiani il marchio italico è una trappola


Piero Gonnelli  il Presidente Aifo ha scritto al Ministro delle politiche Agricole, per esprimere la enorme preoccupazione a seguito dell’accordo Coldiretti/Unaprol e Federolio;  un accordo di filiera che partendo da 4 euro/kg intende dar vita ed autorizzare una miscela che contenga il 50% di olio extra vergine di oliva con oli extra comunitari e comunitari fregiandosi del nome "Italico".

Un vero e proprio tentativo di voler far sdoganare ed autorizzare miscele ad oggi vietate facendo leva su un "Italian sounding" che, oltre minare al valore dell'olio di oliva italiano e al lavoro degli italiani, prende in giro i consumatori che nell'arco di poco tempo saranno abituati, in maniera subdola, al gusto degli oli spagnoli e tunisini. L’associazione dei frantoiani AIFO confida, pertanto, in un  intervento, al fine di bloccare tale iniziativa capace di arrecare seri danni al settore, creare confusione nel comparto oltre a ledere la dignità degli olivicoltori, dei frantoi e degli imbottigliatori italiani, nonché il diritto dei consumatori di acquistare un vero olio di oliva prodotto in Italia.

Copyright AgrimagNews 2020